Progetti di ricerca nell'ambito della prevenzione del suicidio

 

La U.O.C. di Psichiatria dell’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea di Roma, Cattedra di Psichiatria, Facoltà di Medicina e   Psicologia, Sapienza Università di Roma, è allo stato attuale uno dei principali poli al mondo di ricerca scientifica nel campo del suicidio. La consolidata tradizione in questo ambito hanno reso al gruppo alta credibilità e stima nei massimi ambienti scientifici internazionali permettendo collaborazioni con numerose istituzioni universitarie e non, nelle quali hanno sede sviluppi scientifici di grande rilievo. Non meno importante è l’impegno che la suddetta struttura effettua nel campo del suicidio grazie alle interazioni con l’International Association for Suicide Prevention, l’American Association of Suicidology, l’International Academy of Suicide Research e l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

 

Progetti in corso

 

  • START Study. Studio condotto in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanita’. Il Servizio per la Prevenzione del Suicidio è il referente per l’Italia dello START. Lo studio prevede 4 moduli: 1) monitoraggio epidemiologico su suicidio e tentativo di suicidio; 2) randomizzazione di pazienti con tentativi di suicidio in un braccio che prevede un intervento breve di terapia confrontato con un braccio che prevede il “treatment as usual”; 3) studio di autopsia psicologica che prevede un’intervista sistematica a coloro che hanno perso un caro per suicidio; 4) monitoraggio dei tentativi di suicidio ad alta letalita’.

 

  • Follow-up di pazienti ricoverati in SPDC. Studio che recentemente e’ confluito nel Progetto PRIN - prevenzione del rischio di suicidio in pazienti psichiatrici ricoverati e nel periodo successivo alla dimissione. 

 

  • Valutazione ed outcome di pazienti psichiatrici ambulatoriali. Stima della disperazione, temperamento, depressione e rischio di suicidio.

 

  • Rischio di suicidio e iperattività dell'asse ipotalamo -ipofisi-surrene in pazienti affetti da Disturbo Depressivo Maggiore . Lo studio si propone di valutare soggetti con diagnosi di DDM e con storia di TS o ideazione suicidaria e pazienti affetti da DDM con presenza di sintomi psicotici.

 

  • Valutazione dell’autoinganno come costrutto correlato al rischio di suicidio in pazienti psichiatrici ricoverati e in soggetti della popolazione generali.

 

  • Correlazione tra polimorfismi genetici  e rischio  di suicidio, temperamento e disturbi psichiatrici. Studio innovativo che prevede la valutazione di tutti i possibili polimorfismi  che possono essere associati a rischio di suicidio. Lo studio in corso è in collaborazione con il Dipartimento di Biologia Molecolare Avanzata.

 

  • Studio di valutazione del cortisolo salivare in pazienti psichiatrici ricoverati e associazione con rischio di suicidio. Studio  realizzato con la Cattedra di Farmacologia.

 

  • Studio randomizzato controllato in doppio cieco per  la valutazione dell’impatto degli Omega-3 PUFA in pazienti anziani  depressi affetti da patologia cardiovascolare. Realizzato e in collaborazione con San Raffaele, Roma.

 

  • Studi epidemiologici sul suicidio in Italia in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanita’. Valutazione e stima degli indicatori associati al rischio di suicidio nella popolazione italiana. Stima dei tassi e dei trend nel corso di serie storiche. Valutazione e stima dell’omicidio in Italia.

 

  • Progetto intervento inerente la campagna di prevenzione della depressione e del rischio di suicidio promosso dall’Alliance Against Depression. Il SPS è referente per l’Italia del seguente studio. Progetto europeo con il coinvolgimetno di 9 partners, che mira a formare e ad educare operatori della salute e della comunità sulla depressione e il rischio di suicidio.

 

  • Validazione di strumenti psicometrici con indagini sulla popolazione generale e su popolazioni selezionate.

 

  • Valutazione della qualita’ di vita, rischio di suicidio e azione dell’efavirenz in pazienti HIV positivi.

 

  • Valutazione dell’efficacia del trattamento di psicoeducazione in pazienti a rischio di suicidio.

 

  • Valutazione con risonanza magnetica funzionale di pazienti psichiatrici ricoverati con particolare riferimento a confronti  tra soggetti a rischio di suicidio versus soggetti non a rischio.

 

  • Realizzazione di review sistematiche inerenti i  seguenti argomenti: suicidio e ECT, efficacia della stimolazione magnetica transcranica, serotonina piastrinica e rischio di suicidio; effetti indesiderati degli antipsicotici; abuso fisico e sessuale e rischio di      suicidio; assistenza ai survivors; gli incidenti stradali e i suicidi; abuso di sostanze e rischio di suicidio in adolescenza; il disturbo post-traumatico da stress e suicidio nei veterani; rischio di suicidio in pazienti con primo episodio psicotico.

 

  • Intervento di prevenzione del suicidio nelle carceri. Ricerca realizzata presso il carcere di Rebibbia Nuovo Complesso.

 

  • Valutazione della comorbidita’ psichiatrica e dell’outcome dei trattamenti in pazienti affetti da emicrania cronica.

 

  • Valutazione ella comorbidita’ psichiatrica e dell’outcome dei trattamenti in pazienti affetti da glaucoma.

 

  • Valutazione del temperamento e della depressione in  un campione di donne subito dopo il parto. In  collaborazione con la cattedra di Ostetricia e Ginecologia.

 

  • Progetto Stigma presso il territorio di Rieti con intervento in scuole medie superiori.

 

  • Stimolazione magnetica transcranica. Questo studio si propone di dimostrare come la stimolazione transcranica possa indurre una remissione parziale ed alle volte totale della sintomatologia , in pazienti resistenti ad una terapia farmacologica.

 

  • Studio sulla genetica ed epigenetica del comportamento suicidario in pazienti affetti da disturbi dell'umore. Il presente studio si propone di effettuare una valutazione prospettica del comportamento suicidario come fenotipo primario in pazienti con disturbi affettivi. Verrà inoltre effettuato un follow up sugli individui inclusi nello studio con interviste telefoniche annuali per cinque anni al fine di rilevare la presenza del rischio di suicidio.

 

  • Rischio di suicidio e patologie di interesse psichiatrico in pazienti in regime di ricovero ospedaliero. Medicina liaison. Lo studio si propone di valutare il rischio di suicidio in pazienti di interesse internistico e valutare le eventuali correlazioni esistenti tra patologie internistiche e patologie di interesse psichitrico.

 

  • Teen Screen Program. TSP è un programma nazionale di salute mentale per la prevenzione del disagio e del suicido in adolescenza. Questo programma è stato realizzato presso la Columbia University di NewYork, Dipartimento di Psichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Il TSP è un programma di screening volontario che prevede la somministrazione di due questionari di screening, di una debriefing interview di un intervista clinica per i soggetti a rischio di suicidio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

socialNetworks
facebook  twitter  youtube
Il Servizio

Prof. Maurizio Pompili

Associato di Psichiatria 

Responsabile del Servizio per la Prevenzione del Suicidio
Contatti: 06.33775675

 

Prevenzione

Iscrizione Giornata Mondiale Prevenzione

Per Sostenerci

Sostenitore

Riservata a tutti i nostri contatti un offerta dedicata!!!