MITI E FATTI SUL SUICIDIO

Mito: le persone a rischio di suicidio raramente parlano del suicidio.

Fatto: le persone che commettono il suicidio spesso danno dei segnali verbali sul suicidio. Alcuni studi riportano che almeno 2/3 degli individui suicidi avevano espresso la loro intenzione di metterlo in atto.

Mito: Le persone suicide sono determinate a morire.

Fatto: molte persone sono indecise sul vivere o sul morire, e “scommettono” sulla morte, lasciando agli altri il compito di salvarli. Quasi nessuno commette il suicidio senza lasciar sapere ai parenti e amici come si sente.

Mito: Una volta che una persona è suicida, lo è per sempre.

Fatto: Gli individui che vogliono uccidersi sono “a rischio di suicidio” solo per un periodo limitato di tempo.

Mito: Il miglioramento che segue ad una crisi di suicidio significa che il rischio di suicidio è terminato.

Fatto: Molti suicidi avvengono nell’ambito dei tre mesi che seguono l’inizio del “miglioramento” quando l’individuo ha l’energia sufficiente per mettere in atto i suoi pensieri.

Mito: Il suicidio colpisce molto di più i ricchi, o all’opposto si verifica quasi esclusivamente tra i poveri.

Fatto: Il suicidio non riguarda da vicino né il ricco né il povero. Il suicidio è molto “democratico” ed è rappresentato proporzionalmente in tutti i livelli della società.

Mito: Tutti gli individui suicidi sono malati mentali, e il suicidio è sempre un atto compiuto da una persona psicotica.

Fatto: Lo studio di centinaia di note sul suicidio indica che sebbene la persona suicida sia molto infelice, non necessariamente è un malato mentale.

Mito: la persona suicida vuole morire e ritiene che non ci sia modo di tornare indietro.

Fatto: la persona suicida spesso si sente ambivalente sul voler morire.

Mito: parlare di suicidio può innescare il comportamento suicidario.

Fatto: molti soggetti alle prese con problematiche psichiche e fisiche hanno già considerato il suicidio. La discussione aperta dell’argomento aiuta la persona in crisi a capire meglio i suoi problemi e le possibili soluzioni e spesso fornisce sollievo e comprensione.

socialNetworks
facebook  twitter  youtube
Il Servizio

Prof. Maurizio Pompili

Associato di Psichiatria 

Responsabile del Servizio per la Prevenzione del Suicidio
Contatti: 06.33775675

 

Prevenzione

Iscrizione Giornata Mondiale Prevenzione

Per Sostenerci

Sostenitore

Riservata a tutti i nostri contatti un offerta dedicata!!!